Il Filo Rosso

 

IL FILO ROSSO

Hai mai sentito parlare di Evil Eye? Nell’America coloniale veniva chiamato Stink Eye. In ebraico viene chiamato ayin ha’ra. In italiano, malocchio, in spagnolo, mal ojo, in Farsi (iraniano), bla band. Centinaia di culture in tutto il mondo credono nel malocchio. Ma che cos’è?

È il potere di fare del male con il solo sguardo. 

Il Filo Rosso si usa per proteggersi dal malocchio. Il malocchio è una forza negativa molto potente. Riguarda gli sguardi cattivi e le occhiate ostili che talvolta riceviamo da chi ci sta intorno. Le occhiate invidiose e malevole ci danneggiano e non ci permettono di realizzare il pieno potenziale in ogni aspetto della vita. 

Secondo la Kabbalah, è necessario affrontare il problema delle influenze negative e non sottovalutarlo. Chi non lo capisce e si fa scudo solo con un comportamento positivo e proattivo, può diventarne vittima.

La Kabbalah ci insegna che possiamo eliminare le influenze negative invadenti e, cosa ancora più importante, che abbiamo la possibilità di estirpare per sempre la negatività. Il potere dell’occhio, dal punto di vista cabalistico, può essere un efficace strumento di guarigione ma, allo stesso tempo, un devastante canale di distruzione.

 

RACHELE E IL FILO ROSSO

Secondo un’antica usanza, si avvolge per sette volte un filo rosso attorno alla tomba di Rachele, la grande matriarca. Rachele, moglie di Giacobbe, diede luce, dopo molti anni di tentativi, a due figli, Giuseppe e Beniamino. Alla nascita di Beniamino, Rachele morì e fu sepolta in terra di Israele, sulla strada tra Gerusalemme e Betlemme.

Filo Rosso

Dopo che il filo rosso fu avvolto intorno alla tomba, acquisì dei poteri mistici. Poi, il filo rosso fu tagliato in tanti pezzi da allacciare al polso sinistro. Secondo la Kabbalah è dalla mano sinistra che il corpo e l’anima ricevono. Allacciando il bracciale rosso al polso sinistro possiamo connetterci alle energie protettive che aleggiano intorno alla tomba di Rachele.

Inoltre, possiamo incamerare la potente energia protettiva di Rachele e usufruirne in ogni momento.

I cabalisti credono che cercando la Luce dei santi, come Rachele, possiamo utilizzare il loro influsso come aiuto. Secondo la Kabbalah, Rachele rappresenta il mondo fisico in cui viviamo. Il suo più grande desiderio è di proteggere tutti i suoi figli dal male. Quando allacciamo il bracciale rosso al polso sinistro, recitando la preghiera di Ana Be’Koach, sigilliamo al suo interno l’energia protettiva che blocca le influenze negative causa dei nostri mali.

Torna su

 

Il MALOCCHIO NELLO ZOHAR

“Coloro che sono posseduti dal malocchio portano con sé l’occhio della forza negativa distruttrice; perciò si chiamano “distruttori del mondo” e tutti dovrebbero guardarsi da loro e non avvicinarsi a loro per non farsi male!” – Zohar I, p. 68b

 

COME INDOSSARE FILO ROSSO

Fatti allacciare il Filo Rosso al polso sinistro da una persona a cui vuoi bene. Prima di tutto, fatti allacciare il Filo ben aderente al polso con un solo nodo. Poi, fattelo annodare altre sei

volte, per un totale di sette nodi. Ora prometti a te stesso di astenerti dal pensare o parlare male degli altri.

Altrimenti, questo comportamento dannoso ti impedirà di ottenere appagamento e protezione. Alla fine, fai recitare la preghiera di Ben Porat, che impedirà agli altri di farti il malocchio (le due preghiere sono incluse nella confezione del bracciale rosso).

 

COSA RENDE UNICO IL FILO ROSSO DEL KABBALAH CENTRE

Ogni anno studenti e insegnanti si danno molto da fare per distribuire questo strumento. Tra le altre cose che offriamo: 

  1. Colorare di rosso la lana bianca. Il rosso corrisponde al desiderio di ricevere solo per se stessi; indossare il rosso è come un antidoto contro i desideri egoistici che si insinuano nella mente e nel cuore.
  2. Ingaggiare una guardia armata per scortarci alla tomba della matriarca Rachele, che si trova in una zona pericolosa di Israele.
  3. Avvolgere il Filo Rosso intorno alla tomba per sette volte.
  4. Recitare diverse preghiere cabalistiche, in particolare la preghiera mistica di Ana Bekoach.
  5. Tagliare il filo in pezzi della lunghezza di un bracciale.

 

Per saperne di più sul Filo Rosso o per acquistarlo per te o la tua famiglia, fai clic qui.

Torna su