Karen Berg

Benvenuti nel mese del Leone. Per quanti di voi hanno la fortuna di avere un Leone nella propria vita, sa che sono persone infuocate, magnanimi, generose con un cuore enorme e molta energia.

Il segno del Leone è governato dal Sole, che riscalda tutti i pianeti del nostro sistema solare. Non sorprende che i Leone adorino essere al centro dell’attenzione. Amano i complimenti, anche se a volte possono avere temperamento infuocato. Inoltre, presumono di sapere anche – nel bene e nel male – cosa è meglio per se e per gli altri.

L’obiettivo spirituale per tutti noi in questo mese, è andare contro il nostro istinto leonino: fare un passo indietro, essere un pò più tranquilli, non credere di sapere tutto. Dio sa bene, ogni tanto ci immergiamo nelle situazioni prima di renderci conto che non sappiamo come uscirne, quindi il suggerimento è tenere la bocca sotto controllo e le orecchie aperte. Inoltre, abbiamo bisogno di ascoltare le persone intorno a noi che cercano di darci messaggi per il nostro percorso.

Inoltre, in questo mese, non dovremmo essere sorpresi se ci sentiamo insolitamente insicuri nel nostro lavoro, in famiglia o nelle relazioni. Questo perchè l’energia del Leone può renderci iper-preoccupati di ciò che gli altri pensano di noi.

Quando questa sensazione di insicurezza vi colpisce, ricordate i piccoli strumenti – preghiera, meditazione, i 72 Nomi di Dio, persino una passeggiata intorno all’isolato – possono aiutarci a riconnetterci alla nostra scintilla di Luce interiore, a portarci ad un altro livello di consapevolezza e ci permettono di affrontare, in qualsiasi situazione ci dovessimo trovare, da un livello più forte e più proattivo.

In termini di energia, c’è una polarità energetica in questo mese. Da un lato, c’è un grande potenziale di forza e positività, ma allo stesso tempo, c’è una grande quantità di tumultionel mondo. Non dimentichiamo che non siamo separati da ciò che accade nel mondo o dalla ferita del nostro vicino.

Quando preghiamo, meditiamo o facciamo qualcosa facciamo per connetterci al nostro potere superiore, ricordiamoci anche di inviare energia di guarigione e protezione a tutti i luoghi e a tutte le persone che vivono e battaglie e il caos del mondo.

E benchè potremmo non essere in grado di fermare fisicamente il caos di ciò che accade, ciò che possiamo fare è controllare la nostra consapevolezza. Possiamo decidere di essere la piccola pietra che cade nell’acqua, creando increspature di positività che si estendono ben oltre noi stessi.

Chodesh Tov,  Auguro a tutti un buon mese.