Karen Berg

Benvenuti nel Nuovo Mese di Gemelli.

Dopo un periodo di potenziale pesantezza e sfide, il mese dei Gemelli arriva nel cosmo e porta con sé una leggera boccata d’aria fresca.

Il mese dei Gemelli è governato dal pianeta Mercurio, il pianeta più veloce del sistema solare. Si fa strada intorno al sole in soli 88 giorni, spostando 104.000 miglia all’ora. Questo è quasi il doppio della Terra. Con una tale velocità che ci alimenta in questo mese, qual è l’essenza tipica dei Gemelli? Kabbalisticamente, capiamo che l’astrologia è l’interfaccia attraverso la quale l’energia del Creatore può giungere a noi con successo e assisterci. Ogni mese dell’anno è un trampolino inviato dal Creatore per guidarci nel nostro percorso, per raggiungere il successo e la realizzazione. Il mese dei Gemelli non è diverso.

Tuttavia, solo nel mese dei Gemelli, c’erano le condizioni perfette e ideali per dare la Torah all’umanità. Il sesto giorno del mese dei Gemelli, si cade la festa di Shavuot in cui la Torah è stata canalizzata e presentata al mondo. Il dono più vero del mese dei Gemelli è la sua capacità di essere un ponte per collegare insieme il mondo fisico e quello spirituale. I Gemelli facilitano la comunicazione tra noi e il Creatore. È in questo modo che la Torah poteva essere rivelata. Quando un oggetto si muove abbastanza velocemente tra due punti, l’oggetto sembra essere in due posti contemporaneamente. La velocità dissolve l’illusione della separazione. La comunicazione durante il mese di Gemelli, veloce come un lampo, ci permette di colmare il divario tra chi siamo e chi siamo destinati a diventare. Siamo in grado di unificarci con la nostra Luce interiore, la Luce degli altri e, in definitiva, la Luce del Creatore. La finestra di opportunità per connetterci senza interruzioni in qualsiasi dualità, è il nostro prezioso dono nel mese di Gemelli. Non dobbiamo più accettare la distanza tra noi e la Luce, noi e le benedizioni, noi e le altre persone. Poiché siamo in grado di rimuovere l’illusione della separazione e vedere che tutto è veramente uno.

Per i Gemelli, nulla sembra essere abbastanza veloce. Sono in grado di comprendere e cogliere concetti in pochi secondi, e quindi senza perdere un colpo, insegnarlo agli altri. L’insegnamento e la comunicazione sono i doni dei Gemelli. Quando la costellazione dei Gemelli con il suo simbolo appare nel cielo notturno, cosa dobbiamo imparare, capire e insegnare? Cosa ci viene chiesto di ricevere? La Torah ci è stata data in questo mese e ci viene chiesto di ricevere questo codice e il progetto del Creatore per migliorare le nostre vite. È un documento scritto che, attraverso il potere delle lettere Ebraiche, ci porta quantità insuperabili di energia spirituale. Attraverso le lettere, avviene questo trasferimento di energia. Il mese dei Gemelli è un canale attraverso il quale la Luce può essere incanalata più che in qualsiasi altro mese. La Torah non sarebbe stata data al genere umano senza questo lo sbocco e l’abilità, presente in questi giorni. Significa che, per noi tutti, che ci viene concessa la preziosa capacità di connetterci a qualcosa con cui non avremmo mai potuto connetterci prima. Immagina il brivido di chi ha provato a usare il telefono per la prima volta. La magia di poter portare nel mondo qualcosa che prima non c’era. Il puro stupore di riuscire a sentire la voce di una persona cara che è lontana. Unificare due cose che una volta erano separate è la via della spiritualità. Questa è la Luce Splendente che ci è stata data quando la Torah è stata rivelata sul monte Sinai. Altro non era che una completa e totale unificazione con il Creatore.

Separazione e divisione sono la sfortunata illusione di questo mondo. Potremmo facilmente cadere nella trappola di pensare che il nostro dolore sia più importante del dolore di un altro. Tuttavia, la fame di un nostro figlio è più grave della fame del figlio di un altro genitore? I problemi che affrontiamo sono più terribili dei problemi affrontati dalle persone dall’altra parte del mondo? Per capire meglio questo, chiedo: “Ti importa solo se il tuo piede è ferito, ma non la tua mano?” Non è stupido, neanche per un secondo, presumere che ci preoccupiamo solo di certe parti del nostro corpo ma non di altre? Non siamo tutti d’accordo sul fatto che ogni singola parte del corpo, i nostri occhi, cuore, gambe, polmoni e mani, sono tutti di vitale importanza? Allo stesso modo, può il dolore del nostro prossimo essere meno importante del nostro dolore? I bisogni di qualcuno non sono i nostri stessi bisogni? Durante questo mese, la velocità ci consente di comunicare come mai prima d’ora. Siamo in grado di comprendere che siamo davvero tutti uno e possiamo vedere il grande potere e la responsabilità che è in questa verità. I Gemelli ci permettono di capire che non c’è davvero alcuna differenza tra noi e il Creatore. I Gemelli e il mese dei Gemelli sono quì per insegnarci che quando ci troviamo di fronte allo specchio, non vediamo solo il nostro riflesso, ma il riflesso del Creatore, Lui stesso. La stessa Torah ci dice in Genesi 1:27: “Così Dio creò l’uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li ha creati.”

Questo è il segreto del mese dei Gemelli. Siamo finalmente in grado di vedere che non c’è spazio, spazio o differenza tra noi e il nostro prossimo. Non c’è distanza, spazio o differenza tra noi e il Divino. Noi siamo il nostro vicino. Noi siamo il Creatore. Da questo possiamo comprendere il nostro grande potere e la nostra grande responsabilità. Possiamo capire che è nel nostro stesso interesse amarci l’un l’altro, perché amiamo noi stessi. È nel nostro stesso interesse dare agli altri, perché stiamo dando a noi stessi. La grande rivelazione di questo mese è realizzare che dentro di noi giace il Creatore. Non c’è più spazio per paure, dubbi o odio per se stessi di alcun tipo. Tutto ciò che rimane è un amore innegabile per gli altri, per noi stessi e per il Creatore. Perché tutti siamo veramente uno.