Karen Berg

Si dice che le parole abbiano il potere di costruire o distruggere. Le nostre parole, e il loro potere, sono doni straordinari che ci sono stati dati dal Creatore. Ci distinguiamo da tutte le altre creazioni sulla terra per questa abilità. La bocca si connette al nostro mondo fisico dove le cose si manifestano. È attraverso il potere delle nostre parole che possiamo effettivamente creare e dare compimento ai nostri pensieri. Per prima cosa pensiamo solo a un’idea, ma solamente quando iniziamo a parlarne, essa prende vita e inizia il processo della sua manifestazione nella nostra vita. Il potere della parola non può essere sopravvalutato. Possiamo inconsapevolmente bloccarci con le parole che usiamo. Se le parole hanno il potere di costruire e distruggere, perché dovremmo scegliere di esprimerle con il secondo intento? La verità è che noi esprimiamo parole negate solo a causa della nostra negatività interiore. Sfortunatamente, le paure e le gelosie possono indurci a parlare in modo da colpire noi stessi e gli altri. Possiamo impedire a qualcuno di agire in modo positivo con parole che scoraggiano, degradano o causano paura. Tuttavia, al contrario, possiamo scegliere di essere come gli angeli di tutti i giorni per gli altri e aiutarli a ottenere grandi cose, incoraggiandoli con parole positive che elevano. C’è un potere tremendo in ciò che diciamo. Solo quando parliamo col cuore usiamo questo bellissimo dono del linguaggio per creare la positività di cui abbiamo bisogno in questo mondo. Questa settimana, il Creatore ci offre il dono di proteggerci dal linguaggio negativo. Il Creatore rimuove le paure e le gelosie e tutto ciò che rimane è uno spazio di energia positiva. Siamo purificati dal nostro egoismo e dalla nostra invidia, così come da quella degli altri. Tutto ciò che rimane è amore e parole d’amore. Questa settimana, ci viene dato il potere di parlare coi nostri cuori.

La nostra porzione e medicina spirituale per questa settimana è Metzora. Metzora sarà letto questa settimana durante lo Shabbat, noto come il Grande Shabbat o Shabbat HaGadol. Lo Shabbat HaGadol è considerato lo Shabbat più potente di tutto l’anno, perché precede il dono e la festa inestimabile di Pesach, o Pasqua. La porzione di Metzora e Shabbat HaGadol è un potente binomio progettato per prepararci. È un grande conforto ccomprendere che il Creatore ci fornisce sempre gli strumenti e i mezzi per migliorare la nostra vita e riempirla di benedizioni. Pesach è uno di quei regali annuali che migliorano la nostra vita. La parola metzora, quando si divide  in due parole, “motzi ra“, che significa approssimativamente “parlare con negatività“. Pesach può anche essere divisa in due parole, “peh sach“, che significa “dire con la bocca“. Da questo, noi possiamo iniziare a vedere un’importante connessione tra la nostra porzione e la festività. Nella porzione di Metzora viene discussa la malattia della lebbra, insieme ai suoi trattamenti e alla sua cura. Il sacerdote aiuta a curare quelle persone e le cose inflitte. Impariamo così, che il parlare con negatività, è la sua vera causa. La negatività interiore, che si manifesta in un discorso negativo, spesso rimbomba, in chi parla, in varie forme, la più grave delle quali è la piaga della lebbra. Attraverso varie tecniche di pulizia, il lebbroso viene portato alla consapevolezza della sua negatività. Attraverso l’autoanalisi e il desiderio di cambiare, il sacerdote è in grado di co-guarire il salvatore. Questa porzione aiuta il processo di pulizia in tutti noi. Ma fondamentalmente, è progettato per guarirci a livello del seme eliminando ciò che causa il desiderio di distruggere gli altri, in primo luogo, con le nostre parole. Metzora aiuta a rimuovere le  paure che vivono dietro le nostre parole negative. Forse quando non ci sentiremo più così impauriti non saremo più inclini a scagliarci su gli altri. Quando tutto ciò che vive dentro è puro amore, l’amore è tutto ciò che può essere espresso con le parole.

La bellezza di questa settimana è che ci viene data una doppia dose di energia mentre Metzora sarà letto nello Shabbat HaGadol. Lo Shabbat HaGadol ci aiuta anche a rimuovere la negatività, l’egoismo e le paure, preparandoci per Pesach. Quando siamo presi da paure per la nostra sopravvivenza, siamo in una modalità animalistica e ci impedisce di aprire il nostro cuore e di pensare agli altri. Lo Shabbat HaGadol rimuove queste paure, permettendoci di abbracciare pienamente la festa di Pesach con la quale si ha la rimozione definitiva della nostra negatività e ci viene data la massima libertà. Una libertà che ci permette di amare, essere coraggiosi e realizzare il nostro scopo. È allora che saremo in grado di “peh sach” o “dire con la nostra bocca” solo parole d’amore e parole col cuore. Saremo in grado di usare le nostre parole per aiutarci l’un l’altro a costruire e insegnare ai nostri amici, alla nostra famiglia e ai figli che il Creatore ci ama davvero. Noi diciamo parole di verità perchè ognuno di noi ha la sua divinità interiore e possiamo realizzare qualsiasi cosa decidiamo di fare. Invece di parlare con falsità della negatività, siamo in grado di dire parole di verità sull’amore che esiste. Diciamo a noi e agli altri che il Creatore ama ognuno di noi e ci sarà sempre per tutti noi. Non c’è mai bisogno di temere o preoccuparci che non ci sarà abbastanza. Non abbiamo mai bisogno di sentire che dobbiamo competere con gli altri. Ognuno di noi ha uno scopo bello e prezioso sulla terra. Usiamo le nostre bocche non per distruggere, ma solo per costruirci l’un l’altro. Usiamo i nostri discorsi per ricordarci l’un l’altro che siamo amati, che possiamo ottenere qualsiasi cosa e che ci attende una vita di gioia e di benedizioni. C’è un tremendo potere e grandezza nel nostro parlare una volta che impariamo a dire la verità coi nostri cuori.

Questa settimana, nella tua meditazione, conferma in te le Verità Universali. Le affermazioni sono uno strumento importante ed efficace per aiutare a migliorare le nostre vite. Per questa settimana, ripeti a te stesso: “La divinità vive dentro di me, io sono divino. L’amore vive dentro di me, io sono amato.” Riaffermalo al mattino e alla sera per tutta la settimana. Permettigli di bandire le tue paure e le tue tenebre. Permettigli di incoraggiarti nel tuopotere e potenziale. Senti l’amore del Creatore e l’amore che è dentro di te. Allora, e, solo allora, parla da questo livello di consapevolezza. Parla con gli altri per aiutarli a costruire. Ricorda loro che anch’essi sono amati e possono ottenere grandi cose. Usa le tue parole per essere un canale del Creatore. Fai sapere agli altri che sono belli e perfetti proprio come sono stati creati. Quando parli agli altri col cuore, in questo modo, sei in grado di dire la verità. Perché le parole del cuore non solo ci costruiscono e ci sanano, ma ci rendono liberi.