Karen Berg

La porzione di questa settimana si chiama Re’eh, che significa ” vedere.” La maggior parte di questa storia biblica tratta del concetto di benedizioni e maledizioni, quindi perché allora gli è stato dato il nome, Vedere? Perché non chiamare la porzione: benedizioni e maledizioni?

I kabbalisti rivelano che gran parte della nostra esperienza di vita dipende da ciò che scegliamo di vedere. Questa è la porzione in cui nacque Rav Berg. Non c’è da meravigliarsi che spesso egli dicesse: “Se cerchi il bene, lo troverai. Se cerchi il male, sicuramente troverai anche quello”. È vero, per quasi tutte le persone e tutte le situazioni, c’è del buono e del male. Questo è l’accordo che abbiamo fatto quando abbiamo mangiato dall’Albero della Conoscenza del bene e del male, abbiamo scelto una realtà in cui entrambi devono esistere, in modo da poter scegliere.

Ora il lavoro, del nostro arbitrio è scegliere e concentrarci su ciò che vogliamo sperimentare. Anche quando si tratta dei momenti più impegnativi della vita, abbiamo sempre una scelta: vedere solo le difficoltà o trovare l’opportunità di crescita che ci sono. In questo modo, possiamo arrivare “a vedere” che la più grande benedizione è capire che Tutto e Tutti Sono Una Benedizione.

Quando Dio creò l’occhio dell’uomo, creò il più grande mezzo per apprezzare la forza della Luce. È attraverso la visione che possiamo apprezzare i molti miracoli del Creatore. Tuttavia, l’occhio è fatto di bianco e nero – e noi vediamo attraverso il nero dell’occhio e non il bianco. Perché il Creatore, nella sua infinita saggezza, ci rivela che senza l’oscurità è impossibile apprezzare la Luce.

Questa è una settimana potente che supporta i nostri sforzi con energia aggiuntiva per vedere il bene in tutte le cose in modo che possiamo sperimentare il Creatore in tutto. Quanti secondi ci vogliono per vedere cosa c’è che non va in qualcuno? Quanto tempo ci vuole per giudicare una situazione “cattiva”? Questa settimana, fai molta attenzione a rimuovere i giudizi e le idee preconcette che si presentano quando cerchiamo giustizia, o ciò che è giusto. Soprattutto se non ti piace qualcuno. Può essere così gratificante trovare anche una sola cosa su di loro che è buona e scegliere di concentrarti su questa. E se non riesci a trovare nemmeno una cosa, ricorda: la scintilla di Dio esiste in ogni persona, sempre. Scegliendo di vedere quella scintilla del Divino, riveliamo la magnifica Luce del Creatore per noi stessi e per il mondo.

Possa questa Luce rivelarsi attraverso i nostri occhi, per vedere Dio in tutte le persone, trasformando la negatività esistente in qualcosa di positivo.