Michael Berg

La prima volta che nella Torah si parla del mese di Nissan o Aries, è quando il Creatore va da Mosè e gli dice di dare il seguente messaggio agli Israeliti: “Vi sto dando questo mese, il mese di Nissan, all’inizio dei mesi.” Questo messaggio contiene in sè molta Luce e molti segreti, e la parola qui su cui vogliamo concentrarci è la’chem, che significa “a voi”. Sappiamo che tutto ciò che è stato rivelato in quel preciso periodo dell’anno si risveglia sempre in un certo tempo, quindi quando comprendiamo questo segreto, possiamo comprendere la potente Luce a nostra disposizione in questo mese.

Quindi, cosa significa che il Creatore dice agli Israeliti: “Vi sto dando questo mese?” I kabbalisti spiegano che fino a quel momento, il Creatore controllava la Luce, le benedizioni e qualsiasi altra cosa accadesse ogni mese. Tuttavia, a Rosh Chodesh, o Nuova Luna dell’Ariete, il Creatore vuole dare il controllo di questo mese “a voi”, la’chem.

Pertanto, giungendo all’inizio del mese, è ora il momento dell’anno in cui il Creatore viene da ognuno di noi e ci dà la possibilità di controllare la Luce e le benedizioni che arrivano nella nostra vita. Questo mese, non dobbiamo aspettare passivamente che il Creatore ci invii benedizioni; possiamo effettivamente prendere il controllo delle benedizioni che arrivano. È in quel momento, infatti, possiamo chiedere e ricevere la forza e la connessione per essere in grado di controllare la Luce che entra nella nostra vita non solo in questo mese, ma in ogni mese che verrà dopo di esso.

Per essere in grado di prendere il controllo di queste benedizioni, tuttavia, dobbiamo essere consapevoli che questo dono della Luce è a nostra disposizione, perché, benchè sia bello fare anche la semplice connessione alla Luna Nuova dell’Ariete noi otterremo Luce, ma, in realtà, non è di questo che tratta questa Luna Nuova. Questa Luna Nuova riguarda il fatto di avere la capacità di prendere attivamente il controllo delle benedizioni che arrivano nella nostra vita, ma per averlo dobbiamo prima chiederlo e desiderarlo; è forse questa la consapevolezza più importante che vogliamo ricevere quando entriamo in questo nuovo mese. Vogliamo concentrarci, non solo durante le 24 ore della Luna Nuova, ma durante tutto il mese, nel chiedere di ricevere questo dono che la Luce ci mette a disposizione in questa unica volta all’anno. Ed è diverso da ciò che è disponibile a Rosh Hashanah, perché mentre a Rosh Hashanah chiediamo alla Luce di preparare l’anno per noi, a Rosh Chodesh di Nissan, possiamo effettivamente prendere quella Luce.

Ecco perché i kabbalisti spiegano che ci sono davvero due inizi dell’anno: Rosh Hashanah è l’inizio dell’anno in cui chiediamo benedizioni e Nissan è l’inizio dell’anno in cui prendiamo il controllo delle benedizioni che vogliamo ricevere. Se capiamo veramente cosa significa, allora comprendiamo che l’inizio e la totalità di questo mese è un’opportunità che non esiste in nessun altro momento dell’anno. Ci viene dato il dono di prendere il controllo, di dire al Creatore: “Capisco ciò che Tu vuoi darmi all’inizio di questo mese: il controllo attivo sulla mia Luce e le mie benedizioni, piuttosto che chiedere e ricevere passivamente delle benedizioni.” È col desiderio della Luce che in questo mese otteniamo quel controllo, ma per farlo, dobbiamo essere consapevoli che è disponibile. È un dono incredibile che il Creatore ci dà nell’entrare nel mese dell’Ariete.