Michael Berg

Ben Hametzarim…sebbene queste tre settimane, storicamente, siano state negative e difficili, i kabbalisti ci insegnano che nella più grande oscurità c’è il potenziale per una Luce più grande. Pertanto, durante questo tempo, intendiamo imparare e ricevere l’assistenza per rivelare questa grande Luce in questo Shabbat, attraverso la porzione di Matot. 

Poiché sappiamo che non ci sono coincidenze, ci deve essere qualcosa sulla Luce e gli insegnamenti nelle porzioni della Torah che leggiamo durante il periodo di Ben Hametzarim, le “tre settimane negative”, che possono aiutarci in questo periodo. E sebbene queste tre settimane, storicamente, siano state negative e difficili, i kabbalisti ci insegnano che nella più grande oscurità c’è il potenziale per una Luce più grande. Pertanto, durante questo tempo, intendiamo imparare e ricevere assistenza su come rivelare questa grande Luce in questo Shabbat, attraverso la porzione di Matot.

La porzione di Matot si occupa delle promesse, non semplicemente delle promesse, ma di come annullarle. Cosa significa , in questo caso promessa? Significa il modo, non modificabile, in cui abbiamo deciso di vedere una situazione o una persona, e come scegliamo di comportarci per sempre nei confronti di quell’individuo stesso. Per esempio, diciamo che qualcuno ci ha fatto una cosa che ci ha fatto del male, così facciamo la scelta di vedere sempre quella persona negativamente, giurando che la nostra rabbia o il desiderio di vendicarci nei suoi confronti rimarrà per sempre. Se viviamo in questo modo, se decidiamo così su una situazione o su un individuo, e questo lui o questa lei non saranno mai perdonati, stiamo vivendo il nostro voto o promessa e stiamo quindi mandando negatività verso di loro.

Per come funziona il sistema spirituale, se abbiamo fatto qualcosa di negativo, allora quella negatività ci ritornerà nella vita in qualche modo. Impariamo dalla Kabbalah che, come ci comportiamo con gli altri, così la Luce del Creatore si comporta con noi; quindi, se annulliamo i nostri voti, nel senso che rimuoviamo l’offesa, o il giudizio, che abbiamo posto sugli altri, allora anche il giudizio che potrebbe potenzialmente entrare nelle nostre vite sarà annullato e rimosso. Quindi, anche se un individuo ha della negatività o oscurità che gli è destinata, se si comporta in un modo che annulla i suoi voti, allora anche qualsiasi giudizio che gli è destinato dai Mondi Superiori verrà cancellato. Pertanto, nella pratica, cosa dobbiamo fare per connetterci al livello di annullamento dei nostri voti? Come possiamo assicurarci che qualsiasi giudizio potenziale non si manifesti?

Possiamo rimuovere la potenziale negatività e impedire che arrivi a noi, lasciando andare la negatività che riteniamo ci sia stata fatta. Diciamo: “Ho lasciato andare le tenebre che mi sono state fatte, questa negatività che mi è stata fatta, e lascio andare questo voto che ho verso questa persona o situazione”. Annullando i voti, stiamo essenzialmente dicendo: “Mi comporterò in questo modo, lasciando andare la negatività, e voglio che anche la Luce del Creatore si comporti in questo modo verso di me, rimuovendo ogni tipo di giudizio su di me.”

L’nnullamento dei voti è particolarmente importante durante queste tre settimane, perché, come i Kabbalisti insegnano, la fonte di ogni tipo di giudizio o oscurità che sta per manifestarsi nella vita di un individuo, ha origine da quel momento. Non solo queste tre settimane possono essere potenzialmente difficili; sono davvero il luogo ed il tempo in cui l’oscurità può entrare nella nostra vita. Se, nella nostra vita, abbiamo fatto cose che ritorneranno sotto forma di giudizio, quel giudizio riceve energia durante questo periodo. Tuttavia, ciò che facciamo in queste tre settimane può anche consentirci di escludere la manifestazione, in quest’anno, di questa potenziale oscurità nella nostra vita. Ed è per questo che abbiamo la porzione di Matot che si occupa dell’annullamento dei voti.

Durante questo periodo, quindi, non è una coincidenza se si presentano situazioni o  persone che quasi ci costringono a fare un voto, e dire: “Questa persona, o questa situazione, per me è negativa, e, Prometto a me stesso di non cambiare mai questa opinione.” Perché se sta arrivando nella nostra vita ora, significa che ci viene data l’opportunità di lasciar andare quella negatività, in modo che il giudizio possa essere lasciato andare via da noi. Quando si presentano queste opportunità, dobbiamo spingerci per lasciarli andare, così che ogni giudizio che ci spetta possa anch’esso lasciato andare.

Se riusciamo, durante il periodo delle tre settimane negative, ad annullare i nostri voti – lasciando andare qualsiasi giudizio negativo su una persona o situazione – allora qualsiasi tipo di giudizio a noi destinato potrà anch’esso essere rimosso. Poiché ogni potenziale oscurità o negatività a noi destinata, a seguito delle nostre azioni, riceve l’energia da queste tre settimane e l’assistenza per annullare i voti ed è questo il dono straordinario che riceviamo su Shabbat Matot. Lasciando andare e cambiando il nostro pensiero su un individuo o una situazione, noi siamo in grado di costringere qualsiasi tipo di giudizio a lasciarci.