Yael Yardeni

Inizia una grande settimana con un’altra fantastica benedizione: il punto più alto del “giorno completo e unico” di Chanukah, finestra del tempo di miracoli e Luce. Dico completo, come avrebbe detto Rav Berg, perché arriva per completarci. Con questo in mente, “Vediamo le stelle!”

All’inizio di questa settimana la luna è nella pacifica Bilancia, e un intero ‘stellium’ di pianeti si trova in sesta casa, che è il dominio astrologico del servizio e del dare agli altri. Sorprendentemente, il grafico di questa settimana contiene una notevole quantità di pianeti in acqua, con Mercurio in retrogrado nel potente Scorpione. Inoltre, Marte è ora nei sensibili Pesci!

Sebbene i movimenti retrogradi possano creare ritardi e problemi di comunicazione, spesso ci danno l’opportunità per tornare indietro e correggere ciò che deve essere corretto. Quindi, prepariamoci per una nuova missione: un buon controllo sulla realtà, in stile Scorpione, rimuovendo gli strati e le illusioni dei Pesci, e approfondendo ulteriormente ciò che è nascosto. Con l’acqua come elemento dominante, abbiamo sicuramente un migliore accesso al 99%.

Tutta questa acqua apre una finestra affinchè possiamo capire le percezioni. Se osserviamo più da vicino, possiamo vedere quanto sia diverso ognuno dei nostri “filtri”. Ci sono letteralmente centinaia di modi per interpretare ogni evento della nostra vita! Quindi, come possiamo scoprire la verità dietro tutto? La nostra insegnante, Karen Berg, ha un ottimo consiglio: se vogliamo sentire la verità dietro alle situazioni e alle persone e capire meglio le loro esigenze, dobbiamo imparare a “liberare la nostra mente”.

Il nostro cervello è come una macchina parlante, specialmente con tanti pianeti nell’intellettuale Sagittario. Parla senza sosta, analizzando e persino urlando così tanto che a malapena possiamo sentirci! Per “noi stessi”, intendo il nostro VERO essere, cioè la nostra anima. Il nostro corpo è la casa della nostra anima. Il lavoro che abbiamo adesso è quello di essere più in contatto con il nostro vero io, con il nostro vero lavoro, cioè il lavoro dell’anima.

Questa settimana, possiamo veramente stabilire una connessione con la nostra Luce interiore; possiamo davvero aprirci alla nostra Luce intuitiva, diventando un sé più genuino, specialmente perché Chanukah, la festa delle Luci, è al suo culmine in questa settimana.

“Felice giorno dei miracoli!”

Pertanto, parlando in termini pratici, quale è il piano?

Prima di tutto, silenziamo il nostro cervello. In questa settimana, cerchiamo di rimanere concentrati, calmi e pratici, dal momento che quasi nessun segno di terra è rimasto nel grafico! La nostra mente e il nostro cuore sono come un motore surriscaldato. E’ bene fare lunghe passeggiate, e dei respiri profondi (la parte ascendente del grafico è in Gemelli, i polmoni dello zodiaco!), e connettersi alla terra porterà più tranquillità e più collegamenti alla nostra anima.

La seconda cosa è che questa settimana conosciamo veramente TUTTO. È tutto sul disco rigido della nostra anima. In questa settimana, aspettiamoci molte sensazioni e immagini “déjà vu” in arrivo dal nostro passato. Potremmo persino entrare in contatto con incarnazioni passate, sogni significativi o forse anche sensazioni extrasensoriali.

Poiché tutti noi beneficiamo di questa ulteriore energia di miracoli e completezza di questa settimana, il nostro lavoro ci porterà a vedere e comprendere in modo molto più forte.

Questa settimana, meditiamo su uno dei 72 Nomi di Dio “Rivelare ciò che è nascosto” e apriamo i nostri cuori alla Luce. A quanti accenderanno le candele per Chanukah, ricordo di stare vicini alle candele e alla loro Luce, per mezz’ora e durante il tempo meditare.

                                              

  1. “Rivelare ciò che è nascosto”

Tanto amore e Luce a tutti, e felice giorno unico dei miracoli!