Sarah Yardeni

Cosa faresti per una seconda possibilità? Una possibilità per rimediare. Una possibilità per fare la cosa giusta. Una possibilità per cambiare. Ognuno di noi commette errori, ma il vero errore è pensare di non poter avere una seconda possibilità, a prescindere da quanto male abbiamo agito.

Credere di non avere un’altra possibilità è una grande illusione. Proprio quando restiamo scossi dopo aver commesso un errore, cercando disperatamente di rimediare o semplicemente rinunciando, ricadiamo nello stesso comportamento sbagliato. Perché? Perché non abbiamo cambiato la nostra consapevolezza.

Ci viene offerta una seconda possibilità perché il mondo si basa sulla misericordia, non dobbiamo mai dimenticarlo.

Quante volte perdiamo la fiducia nelle altre persone o in noi stessi? Consideriamo i nostri errori la fine della storia ma la Luce ci offre sempre una seconda possibilità. E in effetti otteniamo più di una seconda possibilità. Come Rav Yehuda Ashlag spiega in  “La saggezza della verità”, attraverso la reincarnazione le nostre anime hanno innumerevoli possibilità di rimediare:

“A differenza dei corpi, che hanno un’esistenza finita, non esistono nuove anime. Esiste solo un certo numero di anime e le stesse anime si reincarnano in nuove forme, all’interno di nuovi corpi in ciascuna generazione. Quindi, prendendo in considerazione le anime, viene valutata ciascuna generazione, dall’inizio della creazione fino al completamento del Tikun. Come una sola generazione che dura per migliaia di anni finché non si sviluppa e giunge al Tikun e raggiunge il livello a cui è destinata, nonostante ciascun individuo abbia nel frattempo cambiato corpo migliaia di volte, poiché l’essenza del corpo, ossia l’anima, non soffre affatto questi cambiamenti.”

Tikun significa correzione. Viene utilizzato per descrivere il nostro lavoro spirituale: veniamo al mondo per trasformare le parti reattive, egoiste e limitate di noi stessi. Quando agiamo con una consapevolezza rinnovata i risultati sono diversi.

A volte, quando ci troviamo ad affrontare ripetutamente la stessa situazione possiamo sentirci frustrati o persino annoiati. In realtà, queste situazioni ricorrenti sono opportunità per trasformare la nostra scarsa consapevolezza (paura, egoismo, secondi fini, ecc.) in una consapevolezza più elevata basata sulla fiducia, la condivisione e l’amore incondizionato. Per arrivare a questo, è necessario impegnarsi a fondo nel cambiamento per essere in grado di affrontare in modo diverso le sfide che si ripresentano.

Finché siamo ancora in vita avremo una seconda e anche una terza possibilità. Abbiamo una possibilità ogni istante di ogni giorno.

Per saperne di più sulla saggezza della Kabbalah clicca qui